lunedì 28 settembre 2015

Ping pong in cemento


A Melbourne presso la Monash University Museum of Art (MUMA), è stato realizzato un progetto artistico pubblico pensato dall'architetto Murray Barker insieme all'artista Laith McGregor che reinventa il tavolo da ping pong.
Questi tavoli sono stati infatti realizzati interamente in cemento con inserti e dettagli in rame e acciaio. 
Gli oggetti così ultimati sono diventati delle sculture utilizzabili da tutti, più difficile sarà capire quando la pallina ha preso la "rete".


mercoledì 23 settembre 2015

Storia del gadget: le grandi imprese di un piccolo cult


Si può partire da una matita intagliata artigianalmente per costruire una multinazionale? 
All’apparenza no, ma unendo una buona dose di intraprendenza con un’idea brillante le cose possono cambiare. Nel 1943 il diciassettenne Ingvar Kamprad vive nella sperduta cittadina di Agunnaryd, nel sud della Svezia. Incitato dal padre, il quale preme affinché il giovane possa presto diventare indipendente, Ingvar avvia un piccolo business di matite intagliate artigianalmente, che comincia a vendere porta a porta. Gli affari vanno bene, e presto ogni abitante della zona possiede una piccola matita di legno.

Ingvar però ha aspirazioni maggiori, oltre alle matite immagina di progettare tutto quello di cui le case hanno bisogno, le vuole rendere belle, funzionali e semplici come le sue matite. Si è fatto da sé, il giovane Ingvar, così immagina un futuro in cui tutti possano costruire da soli tavoli, sedie, armadi e qualsiasi altra cosa di casa. L’idea funziona, fin da subito. Ingvar mischia le sue iniziali con il nome della fattoria in cui è cresciuto e con quello della sua città, nasce così l’IKEA.