venerdì 24 ottobre 2014

Many Small Cubes


L'architetto giapponese Sou Fujimoto ha recentemente creato un'istallazione presso i Jardins des Tuileries a Parigi in occasione della fiera d'arte FIAC.
Commissionata dal gallerista parigino Philippe Gravier, l'opera si chiama Many Small Cubes e consiste in una serie di cubi di dimensioni variabili che si sormontano l'uno con l'altro, questi si toccano attraverso i propri spigoli o gli angoli ed alcuni contengono addirittura piante e piccole alberature.
I cubi creano un vuoto al centro che rappresenta lo spazio vivibile della struttura che risulta accessibile da ogni lato della stessa. L'opera per l'architetto rappresenta una "casa nomade" e quindi non risolve il dualismo scultura/architettura; "le masse fluttuanti di Many Small Cubes creano una nuova esperienza di spazio, un ritmo di riflessi e ombre, come se ci trovassimo sotto un albero" dice Fujimoto.
Sostenuti da una struttura in acciaio i cubi sono formati da lastre di alluminio anodizzato giuntate a mano l'una con l'altra per formare l'opera. Un proiettore istallato nelle vicinanze mostra immagini sulle superfici dei cubi su un lato della struttura; il progetto illuminotecnico è stato curato dal lighting artist Patrick Rimoux.
Come spesso accade l'architettura di Fujimoto si caratterizza per una sovrapposizione di volumi, è interessante vedere come in questo caso lo spazio abitabile è dato dal negativo dei cubi inseriti e non dai volumi stessi.








Nessun commento: