venerdì 27 giugno 2014

Stadi brasiliani


Ieri sono finite le partite dei gironi del Mondiale di calcio 2014 in Brasile ed oggi è il primo giorno dall'inizio della manifestazione in cui non ci sono partite; quindi mi sembrava il giorno giusto per mostrarvi queste splendide immagini realizzate dall'illustratore André Chiote.
L'architetto portoghese, che da anni si occupa anche di grafica ed illustrazione, ha riprodotto cinque dei dodici stadi che stanno ospitando le partite della rassegna iridata di calcio, ovviamente esaltando gli aspetti architettonici di ogni struttura. Inoltre per rimarcare l'appartenenza nazionale la palette di colori utilizzata è quella della bandiera brasiliana, dove giallo, verde e blu sono dominanti.

martedì 24 giugno 2014

Serpentine Gallery Pavilion 2014 - parte seconda


E' stato ultimato ed oggi viene ufficialmente presentato alla stampa il nuovo padiglione temporaneo della Serpentine Gallery di Londra.
Quello che dalle immagini rilasciate nei mesi scorsi, sembrava un guscio semitrasparente appare oggi decisamente più materico e la sensazione che dà è quella di entrare in una caverna più che in una tenda; da oggi possiamo trovare un'architettura radicale nel cuore di Londra.
Radic ha staccato tutta la struttura da terra, posizionando il padiglione su una serie di blocchi di pietra, inoltre ha creato diversi affacci, che dall'interno si aprono su Hyde Park.
La percezione che si ottiene dello spazio porta il visitatore ad iniziare un percorso esplorativo all'interno del padiglione; la pavimentazione interna in legno si alza dal terreno prendendo quota nel ventre del padiglione.
Come ogni anno il padiglione rimarrà in piede fino ad ottobre.

lunedì 23 giugno 2014

The writing's on the wall


Gli OK Go hanno sempre caratterizzato i loro video con performance originali e creative che spesso si sono andate ad accostare al mondo dell'arte. 
Il loro nuovo singolo The writing's on the wall è appena uscito ed è stato presentato con un video che si basa interamente sulle illusioni ottiche ed i giochi di prospettiva. Il filmato è stato girato in un solo ciak, che vede i componenti del gruppo muoversi all'interno di vari ambienti allestiti in un magazzino a Brooklyn.
Il video è stato diretto da Aaron Duffy, Damian Kulash e Bob Partington, l'allestimento del set ha richiesto un mese di lavoro e sono servite oltre 60 riprese per ottenere il risultato finale.
La sequenza dei cubi è sicuramente la mia preferita, ma sono convinto che Escher avrebbe amato tutto il video.


giovedì 19 giugno 2014

ArtA Center Arnhem


E' stato uno dei concorsi più discussi a livello internazionale degli ultimi mesi, sia per la qualità dei progetti sia per i nomi chiamati a partecipare. Finalmente è stato nominato lo studio vincitore per il nuovo ArtA Center di Arnhem, che sono gli olandesi di NL Architects; questi sono stati scelti dalla giuria per "il concept semplice e chiaro" che emerge in maniera chiara dal progetto. Lo studio di Amsterdam ha superato BIG, Kengo Kuma & Associates e SO-IL.
Il nuovo centro si svilupperà con una serie di terrazze attrezzate che andranno a costituire un vero parco urbano. Gli spazi sottostanti, pensati come ambienti modulabili si apriranno al livello della strada per far entrare all'interno dell'edificio i percorsi pubblici, andando così a creare una serie di spazi ibridi esterno/interno. 
Il centro ospiterà anche un'ampia parte dedicata al cinema, ecco perchè sono stati pensati numerosi ambienti dedicati alla proiezione sia all'interno dell'edificio sia all'esterno.
L'edificio si innalza quando si avvicina alla riva del fiume per creare all'ultimo piano una grande apertura che diventa un vero e proprio occhio dell'ArtA Center sul paesaggio.


venerdì 13 giugno 2014

La casa della settimana: Mirage house


Una piscina che si perde nel mare, andando a creare un continuo visivo di acqua, è questa l'idea che sta alla base del progetto di un'abitazione sull'isola greca di Tinos realizzato dallo studio Kois Associated Architects.
Il progetto è stato chiamato Mirage house e si trova sul terreno scosceso del versante sud-ovest dell'isola.
Gran parte della casa si sviluppa controterra e l'unico vero volume che esce dal profilo della montagna è la zona soggiorno; il tutto è raccolto sotto un grande tetto che in realtà contiene la piscina panoramica.
Lo superficie d'acqua del tetto, come dicevo prima, crea una continuità con il mare ed inoltre funziona da specchio che aiuta l'edificio a mimetizzarsi con l'ambiente circostante; l'effetto specchio unito all'acqua riporta alla mente il fenomeno del miraggio e da qui il nome del progetto.
I muri perimetrali e controterra della casa sono pensati a secco, come rimando diretto alla tecnologia costruttiva locale e più in generale delle isole greche.
Gli spazi interni sono sicuramente sacrificati, ma l'esterno e la zona giorno hanno delle caratteristiche uniche, forse la stessa piscina sul tetto potrebbe in alcuni casi portare luce ai volumi controterra; comunque il concept di progetto è affascinante e vale la pena di essere approfondito, speriamo di vedere questa residenza realizzata a breve.

martedì 3 giugno 2014

Architecture Animée


Quelle che vi propongo di seguito sono una serie di bellissime immagini animate realizzate dall'architetto francese Axel de Stampa.
La serie chiamata Architecture Animée parte da architetture famose nel mondo e le manipola attraverso operazioni di addizione, rotazione e spostamento, per creare immagini nuove ma altamente suggestive ed affascinanti.
Oltre all'idea, sicuramente originale, bisogna apprezzare anche la perfetta tecnica di realizzazione delle animazioni.