mercoledì 28 maggio 2014

Bulb lamp


Quello che sembra un oggetto tridimensionale è in realtà un elemento piano, è questo il gioco prospettico utilizzato dallo Studio Cheha per la serie di Bulb Lamp.
Viene utilizzato il reticolo classico delle visioni wireframe dei programmi di modellazione tridimensionale che dà quindi l'idea della profondità degli oggetti, anche se questi sono solamente bidimensionali.
I designer hanno quindi giocato sulla forma archetipica della lamapadina, per poi cambiare i tratti ed utilizzare figure diverse.
Il progetto è in cerca di finanziamenti ed ecco perchè lo potete trovare sul sito di crowdfounding Kickstarter.










Nessun commento: