giovedì 4 aprile 2013

Centro di Arte Contemporanea a Cordoba


L'ispirazione arriva dalle trame classiche della cultura islamica che a Cordoba permea ancora ogni edificio ed ogni spazio urbano; il progetto di Nieto Sobejano per il Centro di Arte Contemporanea della città spagnola parte quindi dall'esagono come elemento generatore di tutta l'architettura.
Sia le sale del Centro, che i prospetti si basano infatti su una sequenza non lineare di esagoni concatenati gli uni agli altri, che creano così una trama fitta e variabile entro la quale viene risolta anche la scansione delle aperture. Le superfici interne sono in cemento lasciato a vista per evocare l'atmosfera industriale, infatti il Centro, oltre ad accogliere opere d'arte è un vero e proprio laboratorio creativo; il pavimento continuo in ogni spazio sottolinea ulteriormente la stretta connessione che esiste tra le sale del Centro.
La luce all'interno dell'edifico viene porta principalmente dai lucernari esagonali posti in copertura, questi creano dei coni interni alle sale che diffondono la luce in maniera uniforme. Le piccole aperture in facciata creano tagli luminosi interni più votati alla suggestione che all'illuminazione vera e propria.










Nessun commento: