martedì 19 febbraio 2013

Cilindri di fumo


La cultura del fumare: da un taboo all'altro, è il titolo della mostra organizzata dalla Glipototeka Gallery a Zagabria e allestita dallo studio croato Brigada.
Il concept del progetto parte proprio dall'idea del fumo di sigaretta e dagli anelli di fumo che si materializzano in stanze cilindriche e luminose che contengono al proprio interno gli oggetti in esposizione. La mostra si focalizza sul ruolo svolto dal fumo nell'arte, la fotografia, il design ed il cinema negli ultimi 150 anni.
I progettisti hanno voluto nascondere gli oggetti, i quadri e le fotografie al visitatore che prima viene catturato dal contenitore e solo successivamente scopre il contenuto; i cilindri in tessuto sono illuminati e contrastano con il resto dell'ambiente lasciato privo di sorgenti luminose e dipinto di nero, questi spazi richiamano gli anelli di fumo e rappresentano, metaforicamente, sezioni di sigarette fuoriscala.
L'illuminazione interna viene dall'alto con lo scopo di evitare ombre sugli oggetti in esposizione, questi sono posizionati su strutture indipendenti dal cilindro che mantiene la sua aspirazione di leggerezza.








Nessun commento: