mercoledì 14 novembre 2012

Nest House


La casa progettata dallo studio giapponese UID Architects, esce decisamente dagli schemi tradizionali delle abitazioni per andare a definire uno spazio ibrido tra esterno ed interno e con una funzionalità nuova.
La residenza sorge ai piedi di una montagna, vicino a Onomichi City, ed è composta da un grande parallelepipedo che avvolge le funzioni interne; l'involucro è comunque molto forato sia sulle facciate che in copertura ed alcune delle aperture sono anche prive di infisso.
Lo spazio della casa risulta quindi come una via di mezzo tra esterno ed interno e questa sensazione è ulteriormente amplificata dalla numerosa vegetazione presente e dall'assenza di divisioni tra i vani.
Il legno riveste l'involucro sia all'esterno che all'interno garantendo quindi una continuità materica e visiva.
Da sottolineare l'entrata che si trova ad un livello più basso e che obbliga il visitatore a scendere e poi risalire per poter accedere all'abitazione.










Nessun commento: