lunedì 23 luglio 2012

New York Cityvision


Sono stati recentemente pubblicati i risultati del concorso New York CityVision che cercava di immaginarsi l'immagine di New York nel futuro dove le modifiche del contesto urbano e dell'architettura influenzano lo spazio ed il tempo.
Al concorso hanno partecipato 151 progetti diversi provenienti da 32 paesi nel mondo; fa piacere notare molti italiani tra i vincitori, tra cui un amico, Claudio Granato, classificatosi secondo.
Il gruppo vincitore, di cui vedete le prime immagini è composto da Eirini Giannakopoulou, Stefano Carera con Hilario Isola e Matteo Norzi, nel progetto si sono ispirati alla copertina del Marzo del 1976 di "The New Yorker" realizzata da Saul Steinberg.



Come dicevo il secondo premio è andato alla coppia composta da Enrico Pieraccioli e Claudio Granato, che mostrano una New York ridotta a spazio desertico dall'incremento delle temperature e sommersa dalle acque.



Il terzo classificato è invece il progetto di Miles Fuyuki.



Nessun commento: