mercoledì 5 gennaio 2011

Tron:Legacy e l'architettura

 E' uscito lo scorso 29 dicembre in Italia Tron Legacy, ovvero il sequel del film degli anni '80 Tron; fin dal trailer sono rimasto colpito dalle splendide immagini di questo mondo virtuale e ieri sono andato a vederlo al cinema.
Tralasciando lo sviluppo della trama del film (che a mio parere è molto lontano dalla sufficienza), dal punto di vista visivo questo rasenta la perfezione. La rete nella quale sono ambientate la maggiorparte delle scene è uno spettacolo per gli occhi, sia nelle visioni a volo d'uccello della città, sia nei dettagli degli ambienti interni; sono rimasto così piacevolmente colpito che durante la visione non ho potuto fare a meno di concentrarmi maggiormente sull'architettura di questo mondo.
Chi si è messo a disegnare gli edifici del film non può non aver preso a riferimento le architetture di Zaha Hadid, infatti le sue opere sono quello che oggi più si avvicina alla realtà virtuale del film, anche le finiture lucide di quasi tutti gli ambienti rimandano allo stile dell'archistar. Di seguito vi propongo tre immagini che non possono non rievocare in chi l'ha visto il film.







Un altro aspetto che ho molto apprezzato è stata, come già detto, la cura nei dettagli; nelle scene ambientate nella casa/eremo di Kevin Flynn sono messi in bella vista due oggetti culto di ogni appassionato di design, ovvero la lampada Arco disegnata da Achille e Pier Giacomo Castiglioni nel 1962 e la Barcelona Chair progettata di Mies Van der Rohe per il padiglione dell'esposizone universale del 1929.
Il film non sarà da Oscar ma i suoi "architetti" si!


2 commenti:

bombolo ha detto...

guarda cos ho trovato!!

http://mmedia.kataweb.it/video/27512129/svezia-suite-di-ghiaccio-in-stile-tron-legacy

Apeiron ha detto...

bello il video e bella la realizzazione, siamo nel periodo tron-style!