giovedì 18 marzo 2010

Sakura, una casa a Tokyo

Mount Fuji Architects ha realizzato quasta casa-ufficio per una coppia in un quartiere residenziale di Tokyo.
Questi quartieri hanno come caratteristica quella di avere spazi pubblici ridotti, col fine di ottimizzare le aeree edificabili, questo porta però ad un alto livello di urbanizzazione della zona fino quasi a creare un "ammasso" di case l'una sull'altra.
Questa tipoligia urbana porta gli architetteti giapponesi a sviluppare progetti totalmente introversi, come ad espempio la S-House di Sejima; i punti chiave nella progettazione di una residenza introversa sono il trattamento della superficie esterna e l'illuminazione degli ambienti interni.
Nella Sakura House il problema dell'illuminazione interna è stata risolta con una grande corte sulla quale si affacciano tutti gli ambienti, questi per catturare più luce possibile sono completamente vetrati nel loro lato interno, richiamando così le Glass House di Mies e Johnson.
La pelle esterna dell'edifico è trattata come un ricamo prezioso, questo disegno impresso sulle lastre sia interne che esterne permetta alla luce di filtrare creando un suggestivo impatto nella sua resa notturna, ma non permette comunque una introspezione nella casa; questi pannelli sono montati su una struttura portante leggere, che appare in maniera leggera.







Via | ArchDaily

Nessun commento: