giovedì 4 marzo 2010

Bar temporaneo

Ogni anno gli studenti della Scuola di Architettura di Oporto sono invitati a pensare un bar temporaneo, partendo dall'idea di velocità di costruzione, serialità e basso budget.
Questa proposta di Diogo Aguiar & Teresa Otto si presenta come un cubo di luce composto da parti modulari; il bar è realizzato attraverso l'unione di una serie di scatole dell'IKEA che di notte diventano diffusori di luce, illuminando tutto il volume.
420 scatole sono state fissate su una struttura in legno e poi fissate alla struttura in metallo principale, dietro di queste è stata fissata una rete di LED.





Via | ArchDaily

Nessun commento: