venerdì 27 novembre 2009

Orchid House

La casa orchidea è stata commissionata, a Andrès Remy, da una coppia con due figli entusiasti a riguardo dell'architettura sostenibile. Il concept deriva dalla passione del committente riguardo la coltivazione di orchidee, la casa risulta composta quindi da radici, stelo e fiori.
Dal punto di vista della sostenibilità sono stati oggetto di attenti studi l'orientamento dell'edifico, la ventilazione, il riutilizzo delle acque piovane e l'irraggiamento naturale degli ambienti.
Tutto questo si unisce ad un disegno scultoreo e molto efficiace, sia in sezione che in pianta.





Via | Archdaily

2 commenti:

Schillagi Carmelo Cesare ha detto...

Complimenti per il blog. tornerò spesso...

Apeiron ha detto...

grazie!
sei il benvenuto!