sabato 3 ottobre 2009

The High Line


"L'altezza sta a New York come l'acqua sta a Venezia -una condizione quotidiana necessaria che con il tempo si è fatta condizione romantica" Adam Gopnik, New Yorker, maggio 2001

Le ridotte dimensioni dell'isola di Manhattan hanno da sempre imposto ai suoi abitanti di pensare in altezza, non c'è da stupirsi quindi che anche le infrastrutture si siano evolute secondo questo principio; esempio calzante di questa peculiarità è la High Line, la ferrovia sopraelevata che corre lungo il lato occidentale dell'isola.
Chiusa nel 1980 nel corso degli anni era stata soggetta ad un degrado sempre maggiore, e la giunta Giuliani aveva previsto la sua demolizione; in seguito considerati gli elevati costi dell'operazione è stato deciso diversamente, per fortuna. Grazie alla volontà dell'amministrazione e di alcuni finanziatori privati, la High Line oggi sta rinasce come nuovo spazio pubblico, un sentiero verde che sovrasta le lingue di asfalto della città veicolare e che offre un nuovo punto di vista su New York. Questa operazione per ora si è concentrata nella parte sud della High Line, ma non è da escludere che il progetto si amplii anche verso la parte nord della ferrovia.





Nessun commento: